forotelematicoprov.

FOROTELEMATICO

Movimento Forense Dipartimento Nazionale Giustizia Telematica

Il blog sulla Giustizia Telematica a cura del 

Movimento Forense Dipartimento Nazionale Giustizia Telematica

 

Archivio articoli

 

tutti gli articoli del blog FOROTELEMATICO

05/01/2019, 11:15

cyberbullismo, reati digitali, stalking, avv. Gianmaria V. L. Bonanno, avv. Laura Murolo, dott. Dario Tornese



YouPol:-la-denuncia-è-2.0


 



Nell’eternodibattito tra benefici e danni dell’evoluzione tecnologica, gli smartphonerappresentano, senz’altro, gli strumenti più discussi dell’ultimo ventennio:se, da un lato, questi dispositivi hanno migliorato la vita di ognuno di noi,non può non tenersi conto del fatto che, spesso, essi vengono utilizzati perscopi tutt’altro che leciti. Ciononostante, esiste una parte sana del cybermondo la quale, con le sueinnovazioni, mette continuamente a disposizione una serie di strumenti checonsentono di sfruttare al massimo le potenzialità di questi dispositivi perfini di interesse collettivo. 
Dopoaver parlato di MyTutela, l’app che ti protegge da molestie, stalking e nonsolo, spostiamo oggi l’attenzione su YouPol, un’altra importante intuizione ed invenzioneche consente, appunto, di "trasformare" lo smartphone in un mezzo di difesa abeneficio dell’intera collettività. 
YouPolè un’applicazione per smartphone Android e iOS sviluppata dalla Polizia diStato, che, dal suo rilascio avvenuto nel mese di febbraio del 2018, sta avendolarga diffusione. 
L’app,che permette ai cittadini di segnalare alle Forze dell’Ordine episodi dibullismo e di spaccio di sostante stupefacenti in tempo reale, presentaun’interfaccia grafica molto intuitiva proprio per rendere questo servizio allaportata di tutti e il suo utilizzo è molto semplice: a fronte di unaregistrazione (comunque non necessaria, in quanto si può procedere anche informa anonima) è possibile inviare una segnalazione, corredata di testo,immagini e posizione geografica, che verrà ricevuta in tempo reale dalle sedioperative delle Questure competenti e presa in carico dalla Polizia di Stato,la quale interverrà tempestivamente per impedire la consumazione del crimine oarginarne gli effetti. 
L’applicazione,operativa su tutto il territorio nazionale, è senz’altro pensata per i piùgiovani in quanto maggiori fruitori di app e sensibilmente più esposti afenomeni quali il bullismo o lo spaccio di sostanze stupefacenti. Lasperimentazione, infatti, è partita proprio da una scuola superiore dellaperiferia romana, ma, ovviamente, si rivolge a chiunque voglia offrire ilproprio contributo a beneficio della collettività per la tutela della legalità.I numeri sonoconfortanti: ad oggi YouPol conta più di 100.000 download solo sullapiattaforma Android e le segnalazioni, a soli tre mesi dal suo lancio,superavano la quota 1.000 per le denunce di atti di bullismo e 2.000 per quellelegate allo spaccio sostanze stupefacenti (dati ufficiali www.poliziadistato.it).

Avv. Gianmaria V. L. Bonanno, Avv. Laura Murolo, Dott. Dario Tornese


1

Cerca articoli

Create a website